Comunicati stampa

Alessandro Bergonzoni “BERGONZONI A 360 GRADI”- Piacenza, Cortile di Palazzo Farnese 7 luglio 2020 / R-ESTATE A TEATRO

R-ESTATE A TEATRO Stagione estiva _ PROSA
PIACENZA Cortile di Palazzo Farnese

Martedì 7 luglio 2020 – ore 21.45
Alessandro Bergonzoni
BERGONZONI A 360 GRADI
dialogo tra Alessandro Bergonzoni e Nicola Cavallari

Ritorna la Prosa a Piacenza con un evento speciale che Alessandro Bergonzoni dedica alla città nella quale fin dagli inizi della carriera ha presentato tutti i suoi spettacoli: BERGONZONI A 360 GRADI, un dialogo teatrale davanti al suo pubblico, un incontro di pensieri a voce alta che Bergonzoni scambierà con Nicola Cavallari. Appuntamento nel Cortile di Palazzo Farnese martedì 7 luglio alle ore 21.45, serata che inaugura “R-ESTATE A TEATRO”, la rassegna estiva 2020 di Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri e Comune di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Iren.
Alessandro Bergonzoni nasce a Bologna nel 1958. Il suo percorso artistico in questi anni lo ha portato, oltre che nei teatri, nei cinema e in radio, nelle pinacoteche nazionali, nelle carceri, nelle corsie degli ospedali, nelle scuole e nelle università, sulle pagine di giornali quotidiani e settimanali, nelle gallerie d’arte e nelle piazze grandi e piccole dei principali festival culturali. Artista, attore, autore, scrittore non ha rinunciato alla sua matrice comica, mai satirica. A Piacenza Teatro Gioco Vita lo ha ospitato nei suoi teatri fin dagli inizi della carriera. Abbiamo visto al Teatro Municipale rispettivamente nel 2010, 2014 e 2018 i suoi spettacoli “Urge”, “Nessi” e “Trascendi e Sali”, lavori che gli hanno aperto artisticamente e socialmente strade sempre più intricate e necessarie. Alessandro Bergonzoni ritorna a Piacenza per una serata speciale: un dialogo teatrale a 360 gradi davanti agli spettatori, un incontro di pensieri a voce alta.

(foto Archivio Allibito)

INFORMAZIONI E BIGLIETTERIA
Biglietto unico 15 euro
Posti numerati. È possibile acquistare i biglietti online sul sito https://www.vivaticket.com/
La prevendita è attiva anche presso la Biglietteria di Teatro Gioco Vita in via San Siro 9 dal martedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 12 (tel. 0523.315578 biglietteria@teatrogiocovita.it).
Chi intende utilizzare il voucher deve procedere all’acquisto esclusivamente online.
La sera dello spettacolo sarà attiva una postazione di biglietteria all’ingresso di Palazzo Farnese a partire dalle ore 19 (tel. 334.6700321). Per evitare assembramenti e ulteriori rallentamenti all’accesso, si consiglia vivamente di acquistare i biglietti in prevendita. Sono previsti due ingressi allo spazio degli spettacoli: da Largo Brigata Piacenza per chi è già in possesso del biglietto, da Piazza Cittadella per chi deve passare dalla biglietteria.
Accesso del pubblico scaglionato a partire dalle ore 20.45. Si prega di accedere per tempo allo spazio allo scopo di evitare assembramenti e ritardi negli ingressi. È fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale.

INFO: TEATRO GIOCO VITA
tel. 0523.315578 – whatsapp 334.6700321 – info@teatrogiocovita.it

SCARICA IL PROGRAMMA DI SALA

SCARICA LA LOCANDINA

INFO STAMPA: TEATRO GIOCO VITA, Ufficio stampa e comunicazione / Simona Rossi
tel. 0523.315578, 338.3531271 – ufficiostampa@teatrogiocovita.it

R-ESTATE A TEATRO 2020 – Piacenza, Cortile di Palazzo Farnese / Prosa e Teatro per le Famiglie

R-ESTATE A TEATRO Stagione estiva _ PIACENZA Cortile di Palazzo Farnese

Tre serate di PROSA 7, 14 e 21 luglio
Tre serate di TEATRO PER LE FAMIGLIE 9 luglio, 8 e 10 settembre
In cartellone due eventi speciali:
Alessandro Bergonzoni “BERGONZONI A 360 GRADI” dialogo tra Alessandro Bergonzoni e Nicola Cavallari
Claudio Bisio e Gigio Alberti “MA TU SEI FELICE?” (anteprima) lettura-spettacolo dal libro di Federico Baccomo

Ritorna il teatro a Piacenza con “R-ESTATE A TEATRO”, la rassegna estiva 2020 di Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri e Comune di Piacenza e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Iren. Cartellone che segna la ripresa dello spettacolo dal vivo dopo che dal 22 febbraio scorso è stata sospesa l’attività e annullata la programmazione della Stagione di Prosa e del Teatro Ragazzi prevista in questi mesi.
Una nuova stagione estiva nel Cortile di Palazzo Farnese con sei appuntamenti. Tre di Prosa per un pubblico giovane e adulto nel mese di luglio, a recuperare altrettanti spettacoli annullati. Tre, gratuiti, di Teatro per le famiglie, di cui uno a luglio e due nella prima decade di settembre. Gli spettacoli, con inizio alle ore 21.45 in luglio e alle ore 21 a settembre, si svolgeranno nel rispetto di tutte le prescrizioni in termini di distanziamento e misure di sicurezza.

PROSA
La programmazione si apre martedì 7 luglio con la Prosa. Protagonista Alessandro Bergonzoni che dedica a Piacenza un evento speciale: “BERGONZONI A 360 GRADI”, un dialogo teatrale davanti al suo pubblico, un incontro di pensieri a voce alta che l’artista scambierà con Nicola Cavallari. Bergonzoni nasce a Bologna nel 1958. Il suo percorso artistico in questi anni lo ha portato, oltre che nei teatri, nei cinema e in radio, nelle pinacoteche nazionali, nelle carceri, nelle corsie degli ospedali, nelle scuole e nelle università, sulle pagine di giornali quotidiani e settimanali, nelle gallerie d’arte e nelle piazze grandi e piccole dei principali festival culturali. Artista, attore, autore, scrittore non ha rinunciato alla sua matrice comica, mai satirica. A Piacenza Teatro Gioco Vita lo ha ospitato nei suoi teatri fin dagli inizi della carriera. Abbiamo visto al Teatro Municipale rispettivamente nel 2010, 2014 e 2018 i suoi spettacoli “Urge”, “Nessi” e “Trascendi e Sali”, lavori che gli hanno aperto artisticamente e socialmente strade sempre più intricate e necessarie. Ora Alessandro Bergonzoni ritorna a Piacenza per questa serata speciale.
Un altro appuntamento speciale è previsto martedì 14 luglio. In scena l’anteprima della lettura-spettacolo di Claudio Bisio e Gigio Alberti “MA TU SEI FELICE?” dal libro di Federico Baccomo, produzione Solea, distribuzione Terry Chegia. Due uomini seduti al bar. Parlano di tutto: mogli, figli, parenti, giovani e vecchi, avventure, tradimenti, scuola, medicina, amici, lavoro, criminalità. I due, Vincenzo e Saverio, sono benestanti, hanno tutto quello che si potrebbe volere, forse anche di più, ma niente secondo loro va come dovrebbe andare. E così snocciolano le loro teorie, le loro ricette per la soluzione di ogni problema. Che rivelano tutti i peggiori difetti dell’uomo: maschilismo, egocentrismo, razzismo, faciloneria, superficialità. Ma lo fanno con un un’inconsapevolezza totale, con un candore talmente assoluto, da risultare simpatici. Da una sola domanda rifuggono: “Ma tu sei felice?”. E quella che sembrava essere una tranquilla chiacchierata al bar si rivelerà essere qualcosa di più.
Martedì 21 luglio ritorna a Piacenza la coproduzione internazionale di Teatro Gioco Vita e Théâtre de Bourg-en-Bresse “DONNA DI PORTO PIM”, dall’omonimo racconto di Antonio Tabucchi, ballata per attore e ombre realizzata alcuni anni fa per il Festival “L’altra scena” e poi proposta nei maggiori festival europei. Un progetto di Tiziano Ferrari (anche protagonista dello spettacolo) e Fabrizio Montecchi (sue la regia e le scene). Oggetti e sagome sono di Nicoletta Garioni, le musiche di Alessandro Nidi, le di Davide Rigodanza. La donna di Porto Pim era una creatura lunare, sensuale e ambigua, che rubò l’anima di un baleniere e ne fece un musicista; fino a quando, per riscattare il tradimento previsto, la sconfitta annunciata, la natura assassina di lui pretese un tributo di sangue, e fu la morte per lei. Chi ci accompagna, nel racconto di questa storia d’amore e di morte, di sogno e realtà, in questo breve viaggio nel mistero dell’anima umana, è lo scrittore stesso, incarnato dall’attore-manipolatore.

TEATRO PER LE FAMIGLIE
Una carrellata dei più importanti spettacoli di Teatro Gioco Vita: creazioni che sono state rappresentate in Italia e all’estero e anche nei nostri teatri, ma vederle o rivederle a Piacenza nella cornice di Palazzo Farnese, dopo che per mesi è stata sospesa l’attività teatrale per famiglie e per le scuole, sarà un’occasione per piccoli e grandi per ritrovarsi, divertirsi e perché no anche riflettere sulle domande della vita che a ogni età ci troviamo ogni giorno ad affrontare.
Giovedì 9 luglio vedremo “PICCOLO ASMODEO”, una favola sul bene e sul male di Ulf Stark, uno dei più affermati scrittori contemporanei per ragazzi. Spettacolo vincitore del premio Eolo Awards 2013, il più importante riconoscimento per il teatro ragazzi in Italia, è interpretato da Tiziano Ferrari. La regia e le scene sono di Fabrizio Montecchi che ha firmato l’adattamento teatrale con Nicola Lusuardi, i disegni sono di Nicoletta Garioni (che ha curato le sagome insieme a Federica Ferrari), le musiche di Michele Fedrigotti, il disegno luci di Davide Rigodanza. Con sottile ironia ma anche con delicata poesia, con momenti di sana comicità ma anche con acuta problematicità, si racconta, senza mai cadere in facili moralismi, di un novello Mefistofele alla ricerca del suo Faust. Asmodeo è troppo buono per poter vivere tranquillamente nel mondo dei Fuochi e dei Sospiri: essere cattivo proprio non gli riesce. Viene quindi sottoposto ad una vera prova e mandato nel mondo della Luce e della Terra. Ignaro dell’uomo e delle sue abitudini, assolutamente inconsapevole di quello che lo aspetta, da quel momento Asmodeo si trova coinvolto in una girandola d’incontri di ogni tipo.
Martedì 8 settembre sarà la volta di “MOUN” portata dalla schiuma e dalle onde, da “Moun” di Rascal, spettacolo prodotto in collaborazione con Emilia Romagna Teatro Fondazione e che ha ottenuto nel 2016 il premio Festebà di Ferrara. In scena Deniz Azhar Azari, diretta da Fabrizio Montecchi che ha curato anche le scene. Le sagome sono di Nicoletta Garioni (dai disegni di Sophie), le musiche di Paolo Codognola, le coreografie di Valerio Longo, i costumi di Tania Fedeli e le luci di Anna Adorno. “Moun” è una storia che nonostante tratti temi forti come l’abbandono, l’adozione, la nostalgia e la costruzione di sé, trasmette un senso di grande serenità. La sua forza consiste proprio nel contrasto tra la gravità dei temi trattati e la grande leggerezza con cui sono enunciati. Ai genitori di Moun il loro paese, in preda alla follia della guerra, sembra ormai non offrire nessun futuro. Con un atto disperato decidono di abbandonare al mare l’unica figlia, nella speranza che, lontano dalla guerra, avrà una possibilità di salvezza. Moun attraversa l’oceano dentro una scatola di bambù e arriva “al di là” del mare, dove su una spiaggia un’altra coppia la trova, la porta in salvo e l’adotta. Moun cresce così in una famiglia che la ama, circondata da fratelli e sorelle. Arriva però il giorno in cui le sono rivelate le sue vere origini e Moun si trova a fare i conti con la propria storia.
Chiude “R-ESTATE A TEATRO” 2020 giovedì 10 settembre “IL PIÙ FURBO” disavventure di un incorreggibile lupo dall’opera di Mario Ramos. In scena un solo attore/danzatore, Andrea Coppone. Regia e scene sono di Fabrizio Montecchi (che ha curato anche l’adattamento teatrale con Enrica Carini), le sagome di Nicoletta Garioni e Federica Ferrari (dai disegni di Mario Ramos), le musiche di Paolo Codognola, i costumi di Tania Fedeli e le luci di Anna Adorno. Nel folto del bosco un grande e cattivo Lupo incontra la piccola Cappuccetto Rosso e subito elabora (dopotutto lui è il più furbo) un diabolico piano per mangiarsela e, senza esitazioni, corre alla casa della nonna… Sembra l’inizio della favola che tutti conosciamo, almeno finché il Lupo no infila la camicia da notte della nonna ed esce di casa… rimanendo chiuso fuori! “Il più furbo” è un concentrato di leggerezza e d’ironia che fa ridere e pensare. Il lupo di questa storia suscita simpatia perché, a fronte della sua declamata presunzione “io sono il più forte, il più bello e il più furbo”, si dimostra sgraziato e goffo. Ridere di lui è ridere di noi, e questo ci fa sentire più umani.

INFORMAZIONI
Accesso del pubblico scaglionato a partire dalle ore 20.45 (dalle ore 20 in settembre). Si prega di accedere per tempo allo spazio allo scopo di evitare assembramenti e ritardi negli ingressi. È fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale.
Prosa
Per lo spettacolo del 7 luglio biglietto unico 15 euro
Per lo spettacolo del 14 luglio biglietto intero 18 euro – ridotto 15 euro
Per lo spettacolo del 21 luglio biglietto unico 10 euro
Posti numerati. Prevendita da martedì 30 giugno.
Sarà possibile acquistare i biglietti online sul sito https://www.vivaticket.com/
La prevendita sarà attiva anche presso la Biglietteria di Teatro Gioco Vita in via San Siro 9 dal martedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 12 (tel. 0523.315578 biglietteria@teatrogiocovita.it).
Chi intende utilizzare il voucher deve procedere all’acquisto esclusivamente online. La sera dello spettacolo sarà attiva una postazione di biglietteria all’ingresso di Palazzo Farnese a partire dalle ore 19 (tel. 334.6700321). Per evitare assembramenti e ulteriori rallentamenti all’accesso, si consiglia vivamente di acquistare i biglietti in prevendita. Sono previsti due ingressi allo spazio degli spettacoli: da Largo Brigata Piacenza per chi è già in possesso del biglietto, da Piazza Cittadella per chi deve passare dalla biglietteria.
Teatro per le Famiglie
Ingresso gratuito su prenotazione.
La prenotazione potrà essere effettuata telefonando alla biglietteria di Teatro Gioco Vita dal martedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 12 (tel. 0523.315578), via e-mail (biglietteria@teatrogiocovita.it), whatsapp (tel. 334.6700321) Facebook o Messenger indicando i nominativi di chi assisterà allo spettacolo. I posti non sono numerati, l’assegnazione sarà effettuata dal personale di sala in base all’ordine di arrivo. Chi non ha prenotato potrà accedere allo spazio unicamente previa verifica della disponibilità di posti. La sera dello spettacolo sarà attiva una postazione per informazioni/registrazioni all’ingresso di Palazzo Farnese a partire dalle ore 19 (tel. 334.6700321) | Per evitare assembramenti e ulteriori rallentamenti all’accesso, si consiglia comunque di prenotare in anticipo. Sono previsti due ingressi allo spazio degli spettacoli: da Largo Brigata Piacenza per chi ha prenotato, da Piazza Cittadella per chi deve passare al punto informativo per la verifica della disponibilità di posti e la registrazione.

INFO: TEATRO GIOCO VITA
tel. 0523.315578 – whatsapp 334.6700321 – info@teatrogiocovita.it

SCARICA IL VOLANTINO

SCARICA LA BROCHURE

INFO STAMPA: TEATRO GIOCO VITA, Ufficio stampa e comunicazione / Simona Rossi
tel. 0523.315578, 338.3531271 – ufficiostampa@teatrogiocovita.it

SPETTACOLI ANNULLATI – PROROGA IN VIA ECCEZIONALE DEI TERMINI PER LA RICHIESTA DI RIMBORSO TRAMITE VOUCHER

“TRE PER TE” 2019/2020 – Stagione di Prosa del Teatro Municipale di Piacenza
Prosa / Altri Percorsi / Teatro Danza

“A TEATRO CON MAMMA E PAPÀ” 2019/2020 Rassegna di teatro per le famiglie

Richiesta di rimborso tramite voucher per gli spettacoli annullati
PROROGATO IN VIA ECCEZIONALE AL 3 LUGLIO (ENTRO LE ORE 12) IL TERMINE ULTIMO PER LA RICHIESTA

Teatro Gioco Vita proroga in via eccezionale al 3 luglio il termine ultimo per la richiesta di rimborso tramite voucher per gli spettacoli annullati.
A seguito di contatti avuti con alcuni degli abbonati, infatti, la direzione ha percepito che non a tutti è arrivata la comunicazione affidata agli organi di stampa, al sito e ai canali social delle possibilità in essere per gli spettacoli annullati.
Per gli spettacoli annullati le disposizioni prevedono il solo rimborso tramite voucher di pari importo al titolo di acquisto. L’art. 88 del DL 17/3/2020 n. 18, convertito in L. 27/2020, così come modificato dal DL n. 34 del 19/5/2020, (pubblicato in GU n. 128 del 19/5/2020) prevede che la durata dei voucher sia di 18 mesi.
Teatro Gioco Vita ha ottenuto da Vivaticket, partner di biglietteria, la possibilità di una proporoga eccezionale della data termine per la richiesta del voucher: il termine ultimo è stato aggiornato a venerdì 3 luglio 2020 alle ore 12.00. Dopo tale ulteriore data gli attuali biglietti e abbonamenti non convertiti in voucher purtroppo non potranno essere rimborsati e non avranno validità anche nel caso della ripresa successiva della recita.

#IONONCHIEDOILRIMBORSO
Teatro Gioco Vita ringrazia tutti gli spettatori e abbonati che hanno deciso o decideranno di sostenere il teatro aderendo all’iniziativa #iononchiedoilrimborso.

RICHIESTE DI RIMBORSO TRAMITE VOUCHER in via eccezionale oltre il termine del 18 giugno
Dovranno essere inviate improrogabilmente entro venerdì 3 luglio alle ore 12.00 all’indirizzo biglietteria@teatrogiocovita.it indicando nome, cognome, indirizzo e-mail valido e allegando copia leggibile (fotografia o scansione) dell’abbonamento e/o del biglietto. Si invita in ogni caso il gentile pubblico a conservare il proprio abbonamento o il proprio biglietto anche dopo la richiesta, poiché necessario a completare la procedura di rimborso, come richiesto dalle autorità.
Le richieste potranno anche essere consegnate direttamente in biglietteria negli orari di apertura.
La Biglietteria di Teatro Gioco Vita è aperta per il servizio di richiesta rimborso tramite voucher in Via San Siro 9 da lunedì 29 giugno a venerdì 3 luglio dalle ore 10 alle ore 12. Accesso consentito a una persona per volta, con l’obbligo di indossare le protezioni individuali. Si prega comunque di privilegiare i contatti via e-mail e telefonici negli orari di apertura.
E-mail biglietteria@teatrogiocovita.it
Telefono 0523.315578

Ufficio stampa TEATRO GIOCO VITA
Simona Rossi (responsabile), Emma-Chiara Perotti
tel. 0523.315578, 338.3531271 – ufficiostampa@teatrogiocovita.it

GLI APPUNTAMENTI TEATRALI ONLINE PER LA DIDATTICA A DISTANZA PROSEGUONO PER TUTTO GIUGNO PER LE SCUOLE DELL’INFANZIA

Teatro Ragazzi 2019/2020
“SALT’IN BANCO” – 40a Rassegna di Teatro Scuola
“InFormazione Teatrale” 2020

GLI APPUNTAMENTI ONLINE PER LA DIDATTICA A DISTANZA
PROSEGUONO PER TUTTO GIUGNO PER LE SCUOLE DELL’INFANZIA

Proseguono per tutto il mese di giugno per le scuole dell’infanzia le attività teatrali online di Teatro Gioco Vita nell’ambito di “SALT’IN BANCO per la didattica a distanza / InFormazione teatrale 2020”, progetto che riprende a seguito della chiusura delle scuole e dei teatri l’esperienza della Rassegna di teatro scuola “Salt’in Banco” proposta dal Centro di produzione teatrale piacentino con Fondazione Teatri di Piacenza, la collaborazione dell’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.
Una programmazione sulle varie piattaforme per la didattica a distanza delle scuole di Piacenza e provincia che ha preso il nome di “Salt’in banco per la didattica a distanza” e che, dopo la chiusura delle scuole e dei teatri per l’emergenza dovuta alla diffusione del coronavirus, ha raccolto il testimone della Rassegna di Teatro Scuola “Salt’in Banco” e dei progetti educational di “InFormazione Teatrale”, attività proposte con la Fondazione Teatri di Piacenza e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.
Per le scuole dell’infanzia l’attività prosegue con le “Fiabe al video-telefono” a cura di Nicola Cavallari. L’attore legge una breve fiaba (scelta da lui o concordata con gli insegnanti). E questo diventa un modo per ritrovarsi insieme, anche se distanti, grazie alla narrazione e alla parola. Al termine della lettura, a seconda dell’età dei bambini coinvolti si può proseguire il lavoro attraverso diverse attività: discussione su quello che si è ascoltato, restituzione in un secondo momento di elaborati suggeriti nei bambini dall’ascolto della fiaba narrata (disegni, creazioni manuali, poesie, associazioni con canzoni note). Il progetto generale viene di volta in volta adattato insieme agli insegnanti nel numero, nella modalità di svolgimento e nella durata degli incontri così come nei contenuti, tenendo conto delle esigenze del gruppo e dei tempi della didattica a distanza.
Sono inoltre messe a disposizione degli insegnanti delle scuole dell’infanzia le “Pillole d’ombra” curate da Nicoletta Garioni: una serie di cinque tutorial che propongono una serie di attività ludiche, motorie, manipolative, narrative e teatrali attorno all’ombra e al teatro d’ombre. Ad arricchire il percorso formativo, indicazioni bibliografiche su luce, buio, ombra.
Nel frattempo, a Teatro Gioco Vita stanno arrivando le testimonianze dei lavori realizzati dai ragazzi dopo aver partecipato ai progetti di “Salt’in Banco per la didattica a distanza”: disegni, fotografie, video, testi. Tracce di un tempo in cui il teatro ha comunque cercato, nonostante tutto, di far vivere suggestioni, emozioni, creatività, fantasia.

Ufficio stampa TEATRO GIOCO VITA
Simona Rossi (responsabile), Emma-Chiara Perotti
tel. 0523.315578, 338.3531271 – ufficiostampa@teatrogiocovita.it

ANIMATERIA 2020 – lezioni in presenza dal 15 giugno al Teatro Gioia

“ANIMATERIA”
Corso di formazione per operatore esperto nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura
2020 – seconda edizione
Operazione Rif. PA 2019-11928/RER approvata con DGR 1381/2019 del 05/08/2019
e cofinanziata con risorse del Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Teatro Gioco Vita – Piacenza
in collaborazione con
Teatro delle Briciole – Parma, Teatro del Drago – Ravenna, Fondazione Alberto Simonini – Reggio Emilia
con il patrocinio di UNIMA
si ringraziano Fondazione di Piacenza e Vigevano, Fondazione Teatri di Piacenza

IL TEATRO GIOIA DI PIACENZA RIAPRE IL 15 GIUGNO CON LE LEZIONI DI “ANIMATERIA”
IL CORSO RIPRENDE L’ATTIVITÀ DIDATTICA IN PRESENZA
DOPO LA FASE A DISTANZA A CAUSA DELL’EMERGENZA CORONAVIRUS

Dopo la fase della modalità “a distanza”, riprende con l’attività in presenza l’edizione 2020, la seconda, di “Animateria”- corso di formazione per operatore esperto nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura, progetto di cui è capofila Teatro Gioco Vita in qualità di ente di formazione professionale accreditato dalla Regione Emilia-Romagna. Il corso è stato approvato con delibera della giunta regionale e cofinanziato con risorse del Fondo sociale europeo (Operazione Rif. PA 2019-11928/RER approvata con DGR 1381/2019 del 05/08/2019 e cofinanziata con risorse del Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna). La direzione pedagogica è di Fabrizio Montecchi e il coordinamento di Roberto De Lellis; tutor Nicoletta Garioni. Partecipano alla progettazione e realizzazione del percorso, che ha il patrocinio dell’Unima (Unione Internazionale della Marionetta), Teatro delle Briciole di Parma, Teatro del Drago di Ravenna e Fondazione Alberto Simonini di Reggio Emilia. Per le attività di formazione teatrale Teatro Gioco Vita si avvale della collaborazione di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Fondazione Teatri di Piacenza.
Il corso “Animateria” è frequentato da 16 giovani artisti (attori, registi, scenografi) con un’età compresa tra i 20 e i 35 anni, residenti e domiciliati nella Regione Emilia-Romagna ma originari di ogni parte d’Italia.
Partner promotori sono Teatro del Buratto di Milano, Associazione Grupporiani – Compagnia Carlo Colla e Figli di Milano, Associazione Centro Teatrale Mamimò di Reggio Emilia, Castello dei Burattini – Museo Giordano Ferrari di Parma, Centre de la Marionnette de la Féderation Wallonie-Bruxelles di Tournai (Belgio), Controluce Teatro d’Ombra di Torino, Festival Segni d’Infanzia di Mantova, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, IIM – Institut International de la Marionnette di Charleville Mézières (Francia), LGL – Lutkovno Gledališče Ljubljana di Liubljana (Slovenia), TOPIC – Centro Internacional del Titere di Tolosa (Spagna), Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, Università degli Studi di Parma.
Si tratta di un percorso di formazione professionale sul teatro di figura: 650 ore di offerta formativa per la parte teorico-pratica a Piacenza e Parma e per la parte di project work a Piacenza, Parma e Ravenna.
Un’offerta formativa che si è arricchita rispetto alla prima edizione realizzata nel 2019 e articolata in 480 ore tra lezioni e laboratori e 170 ore di project work.
Il corso è iniziato ufficialmente il 20 gennaio scorso a Parma al Teatro al Parco, dove si sono svolte le lezioni fino al 24 febbraio per un totale di 80 ore. Restanti 80 ore previste sempre a Parma sono state invece sospese per l’emergenza COVID 19.
Di qui la decisione di passare alla modalità delle lezioni a distanza: dal 21 aprile sono state programmate fino alla fine di maggio ulteriori 98 ore online. Tema delle lezioni, gli aspetti storici, drammaturgici e organizzativi del teatro di figura. Tra i docenti impegnati, Roberto De Lellis, Valeria Sacco, Fabrizio Montecchi, Marco Ferro, Alessandra Belledi, Silvio Oggioni, Alfonso Cipolla, Nicoletta Garioni, Helena Tirén, Roberta Colombo, Beatrice Baruffini, Mauro e Andrea Monticelli, Nicola Arrigoni, Claudio Cinelli, Simone Pacini, Luana Gramegna, Giuliana Ciancio, Walter Broggini.
Dal 15 giugno riprenderà il regolare svolgimento dei Corsi negli spazi del Teatro Gioia di Piacenza: in tutto 181, fino al 15 luglio. Dopo una lezione preliminare di sicurezza sul lavoro a cura di Roberto De Lellis, si proseguirà con attività di Composizione che vedranno alternarsi come docenti Fabrizio Montecchi e Marco Ferro. Il modulo di animazione vede varie sezioni: Interpretazione (a cura di Valeria Sacco), Figure (Nicoletta Garioni), Guanto (Luca Ronga), Fantocci (Nadia Milani), Pupazzi portati (Andrea Monticelli), Ombre (a cura di Fabrizio Montecchi e Nicoletta Garioni), Oggetti (Beatrice Baruffini). Sono previste anche lezioni dedicate alla Commedia dell’Arte con Nicola Cavallari, e al Movimento con Andrea Coppone.
“Animateria” è un corso di alta formazione che intende promuovere e stimolare, in particolare presso le nuove generazioni di artisti ma non solo, la pratica del teatro di figura in tutte le sue forme, suscitando interesse verso le sue straordinarie possibilità di sperimentazione scenica e drammaturgica.
Il progetto si propone di preparare professionisti competenti nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura che possano applicare le competenze acquisite nel campo delle arti performative; professionisti con un alto grado di specializzazione, capaci di confrontarsi, professionalmente e artisticamente, con il mercato del lavoro dipendente o autonomo, sia in ambito nazionale sia internazionale.
Il corso si propone di fornire a questi stessi professionisti strumenti di base per applicare le conoscenze acquisite anche ad altri settori della creazione artistica come il multimediale, il cinema, la televisione, le arti figurative e plastiche. Si propone di fornire, inoltre, strumenti per interventi in ambito culturale, sociale, scolastico e terapeutico.

___________________________

UFFICIO STAMPA TEATRO GIOCO VITA, Ufficio stampa e comunicazione
Simona Rossi (responsabile), Emma-Chiara Perotti
tel. 0523.315578, 338.3531271 – ufficiostampa@teatrogiocovita.it

 

GIÀ PIÙ DI SETTANTA GLI APPUNTAMENTI TEATRALI ONLINE PER LA DIDATTICA A DISTANZA

Teatro Ragazzi 2019/2020
“SALT’IN BANCO” – 40a Rassegna di Teatro Scuola
“InFormazione Teatrale” 2020

PIÙ DI SETTANTA GLI APPUNTAMENTI ONLINE PER LA DIDATTICA A DISTANZA
Il lavoro proseguirà nel mese di giugno per le scuole dell’infanzia

Sono già più di settanta gli incontri teatrali realizzati fino alla fine di maggio da Teatro Gioco Vita sulle varie piattaforme per la didattica a distanza delle scuole di Piacenza e provincia. Una programmazione che ha preso il nome di “Salt’in banco per la didattica a distanza” e che, dopo la chiusura delle scuole e dei teatri per l’emergenza dovuta alla diffusione del coronavirus, ha raccolto il testimone della Rassegna di Teatro Scuola “Salt’in Banco” e dei progetti educational di “InFormazione Teatrale”, attività proposte con la Fondazione Teatri di Piacenza e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano.
Tra i percorsi realizzati con le scuole, il progetto di introduzione ai linguaggi della scena “Conoscere il teatro… online”, curato da Nicola Cavallari e articolato in diversi livelli: “Il gioco del teatro” e “Scoprire il teatro” per le scuole primarie e secondarie di 1° grado e “L’arte del teatro” per le scuole superiori.
Nicoletta Garioni ha curato “Pillole d’ombra” proponendo a insegnanti e alunni delle scuole dell’infanzia e primarie una serie di attività ludiche, motorie, manipolative, narrative e teatrali attorno all’ombra e al teatro d’ombre.
Gli studenti delle superiori hanno partecipato con Nicola Cavallari a “Teatrando… online” che a partire dalla visione di uno spettacolo, utilizzando principalmente quanto disponibile su raiplay, youtube o altri siti specializzati, ha proposto l’approfondimento di autori o generi teatrali. Tre le sezioni in cui si è articolato il progetto: “Gli autori classici” (Shakespeare, Goldoni, Pirandello), “Il teatro di narrazione” (Marco Paolini e Marco Baliani) e “Il teatro civile” (Marco Paolini, Ascanio Celestini e Giuliana Musso).
Sempre Cavallari sta realizzando diversi appuntamenti di “Fiabe al video-telefono” per i più piccoli delle scuole dell’infanzia e primarie: a partire dalla lettura alla classe di una fiaba, si costruisce un lavoro di confronto e di restituzione dell’esperienza dell’ascolto.
Infine ai ragazzi delle scuole secondarie di 1° grado e delle superiori è stato proposto un “Laboratorio di lettura espressiva” condotto da Nicola Cavallari. Un progetto che intende migliorare nei ragazzi la capacità di comunicazione e di comprensione durante la lettura ad alta voce.
I riscontri da parte di ragazzi e insegnanti sono molto positivi.
«Ringraziamo per la bellissima proposta, che ci infonde coraggio! – ha scritto la coordinatrice di una scuola dell’infanzia di Piacenza – Noi saremmo venuti a trovarvi quest’anno, il 5 marzo, ma purtroppo questo momento così difficile per tutti sembra non essere ancora finito nella sua drammaticità. Tuttavia questo invito da parte Vostra ci fa sperare e potrebbe aumentare i sorrisi per i nostri bimbi e le nostre famiglie, costrette già da tanto tempo a restare a casa, a rinunciare alle risate con amici, compagni, maestre».
«Grazie mille della tua disponibilità – scrive un’insegnante a Nicola Cavallari dopo una lettura teatrale “a distanza” – i bambini sono stati molto contenti e le famiglie ti fanno tanti complimenti».
«Ciao maestra, questa foto la mandi a Nicola perché io ho i dinosauri come la storia», è il messaggio di un bambino della scuola dell’infanzia che si è fatto fotografare nella sua cameretta circondato dai suoi dinosauri di plastica dopo aver ascoltato una delle “Fiabe al video-telefono” raccontate da Cavallari.
E proprio con proposta delle “Fiabe al video-telefono” a cura di Cavallari il lavoro di “Salt’in Banco per la didattica a distanza” proseguirà nel mese di giugno per le scuole dell’infanzia.

Ufficio stampa TEATRO GIOCO VITA
Simona Rossi (responsabile), Emma-Chiara Perotti
tel. 0523.315578, 338.3531271 – ufficiostampa@teatrogiocovita.it

SPETTACOLI ANNULLATI – RICHIESTA DI RIMBORSO TRAMITE VOUCHER

“TRE PER TE” 2019/2020 – Stagione di Prosa del Teatro Municipale di Piacenza
Prosa / Altri Percorsi / Teatro Danza

“A TEATRO CON MAMMA E PAPÀ” 2019/2020 Rassegna di teatro per le famiglie

Richiesta di rimborso tramite voucher per gli spettacoli annullati

Teatro Gioco Vita, in ottemperanza alle norme vigenti relative al contrasto e contenimento del Covid-19, prosegue la sospensione dell’attività iniziata il 22 febbraio scorso.
Per gli spettacoli annullati e/o in attesa di recupero, le disposizioni prevedono il solo rimborso tramite voucher di pari importo al titolo di acquisto.
L’art. 88 del DL 17/3/2020 n. 18, convertito in L. 27/2020, così come modificato dal DL n. 34 del 19/5/2020, (pubblicato in GU n. 128 del 19/5/2020) prevede che la durata dei voucher sia di 18 mesi.
La data termine per la richiesta del voucher (per tutti gli eventi annullati fino a 19 maggio) è il 18 giugno 2020. Come da DPCM, salvo eventuali proroghe, dopo tale data gli attuali biglietti e abbonamenti non convertiti in voucher purtroppo non potranno essere rimborsati e non avranno validità anche nel caso della ripresa successiva della recita.

#iorinuncioalrimborso
Teatro Gioco Vita ringrazia tutti gli spettatori e abbonati che hanno deciso o decideranno di sostenere il teatro aderendo all’iniziativa #iononchiedoilrimborso.

come chiedere il rimborso
Abbonamenti
Gli abbonati potranno richiedere il rimborso degli spettacoli non goduti entro e non oltre il 18 giugno 2020. Il rimborso sarà effettuato mediante l’emissione di un unico voucher pari al valore dei ratei degli spettacoli non goduti, che potrà essere utilizzato entro un 18 mesi dalla sua emissione per tutti gli spettacoli organizzati da Teatro Gioco Vita.
Biglietti
Gli spettatori in possesso di biglietto dovranno richiedere il rimborso entro e non oltre il 18 giugno 2020. Il rimborso sarà effettuato mediante l’emissione di un voucher pari al valore del biglietto e che potrà essere utilizzato entro 18 mesi dalla sua emissione per tutti gli spettacoli organizzati da Teatro Gioco Vita.

La Biglietteria di Teatro Gioco Vita per informazioni è attiva a partire da mercoledì 27 maggio (orari di apertura: da martedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 12). L’accesso sarà consentito a una persona per volta, con l’obbligo di indossare le protezioni individuali. Si prega comunque di privilegiare i contatti via e-mail e telefonici negli orari di apertura.
E-mail: biglietteria@teatrogiocovita.it
Telefono: 0523315578
Le richieste di rimborso potranno essere inviate, entro il 18 giugno 2020, esclusivamente utilizzando la piattaforma on-line dedicata e interamente gestita da Vivaticket, nostro partner di biglietteria, che seguirà l’emissione e la consegna dei voucher ed è a disposizione per eventuali richieste di assistenza.
Clicca qui per accedere e registrarti.
Attraverso la procedura guidata presente sul portale, sarà possibile presentare la propria richiesta in autonomia.
I voucher, una volta emessi, verranno inviati all’indirizzo e-mail utilizzato al momento della richiesta di rimborso. Gli spettatori sprovvisti di indirizzo e-mail potranno comunque ritirare i propri voucher in formato cartaceo alla riapertura della biglietteria.
Si invita in ogni caso il gentile pubblico a conservare il proprio abbonamento o il proprio biglietto anche dopo la richiesta di voucher, poiché necessario a completare la procedura di rimborso, come richiesto dalle autorità.
Per tutti gli aggiornamenti si invita il gentile pubblico a seguire il sito internet www.teatrogiocovita.it e le pagine social di Teatro Gioco Vita.

INFO: biglietteria@teatrogiocovita.it

Ufficio stampa TEATRO GIOCO VITA
Simona Rossi (responsabile), Emma-Chiara Perotti
tel. 0523.315578, 338.3531271 – ufficiostampa@teatrogiocovita.it

ANIMATERIA 2020 – lezioni a distanza per emergenza coronavirus

“ANIMATERIA”
Corso di formazione per operatore esperto nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura
2020 – seconda edizione
Operazione Rif. PA 2019-11928/RER approvata con DGR 1381/2019 del 05/08/2019
e cofinanziata con risorse del Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna

Teatro Gioco Vita – Piacenza
in collaborazione con
Teatro delle Briciole – Parma, Teatro del Drago – Ravenna, Fondazione Alberto Simonini – Reggio Emilia
con il patrocinio di UNIMA
si ringraziano Fondazione di Piacenza e Vigevano, Fondazione Teatri di Piacenza

L’ATTIVITÀ ORGANIZZATA CON LA MODALITÀ A DISTANZA A CAUSA DELL’EMERGENZA CORONAVIRUS
LE LEZIONI ONLINE INIZIATE ALLA FINE DI APRILE PROSEGUIRANNO FINO ALLA FINE DI MAGGIO

Prosegue con le modalità “a distanza” l’edizione 2020, la seconda, di “Animateria”- corso di formazione per operatore esperto nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura, progetto di cui è capofila Teatro Gioco Vita in qualità di ente di formazione professionale accreditato dalla Regione Emilia-Romagna. Il corso è stato approvato con delibera della giunta regionale e cofinanziato con risorse del Fondo sociale europeo (Operazione Rif. PA 2019-11928/RER approvata con DGR 1381/2019 del 05/08/2019 e cofinanziata con risorse del Fondo sociale europeo PO 2014-2020 Regione Emilia-Romagna). La direzione pedagogica è di Fabrizio Montecchi e il coordinamento di Roberto De Lellis; tutor Nicoletta Garioni. Partecipano alla progettazione e realizzazione del percorso, che ha il patrocinio dell’Unima (Unione Internazionale della Marionetta), Teatro delle Briciole di Parma, Teatro del Drago di Ravenna e Fondazione Alberto Simonini di Reggio Emilia. Per le attività di formazione teatrale Teatro Gioco Vita si avvale della collaborazione di Fondazione di Piacenza e Vigevano e Fondazione Teatri di Piacenza.
Il corso “Animateria” è frequentato da 16 giovani artisti (attori, registi, scenografi) con un’età compresa tra i 20 e i 35 anni, residenti e domiciliati nella Regione Emilia-Romagna ma originari di ogni parte d’Italia.
Partner promotori sono Teatro del Buratto di Milano, Associazione Grupporiani – Compagnia Carlo Colla e Figli di Milano, Associazione Centro Teatrale Mamimò di Reggio Emilia, Castello dei Burattini – Museo Giordano Ferrari di Parma, Centre de la Marionnette de la Féderation Wallonie-Bruxelles di Tournai (Belgio), Controluce Teatro d’Ombra di Torino, Festival Segni d’Infanzia di Mantova, Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, IIM – Institut International de la Marionnette di Charleville Mézières (Francia), LGL – Lutkovno Gledališče Ljubljana di Liubljana (Slovenia), TOPIC – Centro Internacional del Titere di Tolosa (Spagna), Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, Università degli Studi di Parma.
Si tratta di un percorso di formazione professionale sul teatro di figura: 650 ore di offerta formativa per la parte teorico-pratica a Piacenza e Parma e per la parte di project work a Piacenza, Parma e Ravenna.
Un’offerta formativa che si è arricchita rispetto alla prima edizione realizzata nel 2019 e articolata in 480 ore tra lezioni e laboratori e 170 ore di project work.
Il corso è iniziato ufficialmente il 20 gennaio scorso a Parma al Teatro al Parco, dove si sono svolte le lezioni fino al 24 febbraio per un totale di 80 ore. Restanti 80 ore previste sempre a Parma sono state invece sospese per l’emergenza COVID 19.
Di qui la decisione di passare alla modalità delle lezioni a distanza: dal 21 aprile sono state programmate fino alla fine di maggio ulteriori 98 ore online, nella speranza di poter poi riprendere il regolare svolgimento dei Corsi negli spazi del Teatro Gioia di Piacenza, 98 ore sono state programmate online. Tema delle lezioni, gli aspetti storici, drammaturgici e organizzativi del teatro di figura. Tra i docenti impegnati, Roberto De Lellis, Valeria Sacco, Fabrizio Montecchi, Marco Ferro, Alessandra Belledi, Silvio Oggioni, Alfonso Cipolla, Nicoletta Garioni, Helena Tirén, Roberta Colombo, Beatrice Baruffini, Mauro e Andrea Monticelli, Nicola Arrigoni, Claudio Cinelli, Simone Pacini, Luana Gramegna, Giuliana Ciancio, Walter Broggini.
“Animateria” è un corso di alta formazione che intende promuovere e stimolare, in particolare presso le nuove generazioni di artisti ma non solo, la pratica del teatro di figura in tutte le sue forme, suscitando interesse verso le sue straordinarie possibilità di sperimentazione scenica e drammaturgica.
Il progetto si propone di preparare professionisti competenti nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura che possano applicare le competenze acquisite nel campo delle arti performative; professionisti con un alto grado di specializzazione, capaci di confrontarsi, professionalmente e artisticamente, con il mercato del lavoro dipendente o autonomo, sia in ambito nazionale sia internazionale.
Il corso si propone di fornire a questi stessi professionisti strumenti di base per applicare le conoscenze acquisite anche ad altri settori della creazione artistica come il multimediale, il cinema, la televisione, le arti figurative e plastiche. Si propone di fornire, inoltre, strumenti per interventi in ambito culturale, sociale, scolastico e terapeutico.

___________________________

UFFICIO STAMPA TEATRO GIOCO VITA, Ufficio stampa e comunicazione
Simona Rossi (responsabile), Emma-Chiara Perotti
tel. 0523.315578, 338.3531271 – ufficiostampa@teatrogiocovita.it

 

SALT’IN BANCO 2020 per la didattica a distanza

Teatro Ragazzi 2019/2020
“SALT’IN BANCO” – 40a Rassegna di Teatro Scuola
“InFormazione Teatrale” 2020

PROPOSTE DI TEATRO GIOCO VITA PER LA DIDATTICA A DISTANZA
“InFormazione Teatrale” si trasferisce online

Teatri chiusi, spettacoli annullati, attività laboratoriali e di formazione sospese. Ma Teatro Gioco Vita ha continuato a pensare in che modo poter mantenere il contatto con il suo pubblico, con uno sguardo particolare alle scuole e alle famiglie. Si è iniziato con la trasmissione dei video degli spettacoli su “Telelibertà” per 14 serate, con un’attenzione rivolta in particolare al territorio, ma coinvolgendo grazie alla visione in streaming del canale un pubblico oltre i confini locali.
Da qualche giorno sulla pagina Fb di Teatro Gioco Vita gli attori e i tecnici salutano gli spettatori purtroppo lontani, utilizzando le parole e le immagini degli spettacoli attualmente in repertorio.
«Per le scuole – spiega la responsabile dei progetti di teatro ragazzi, teatro scuola e formazione Simona Rossi – una volta costretti a sospendere la programmazione degli spettacoli della Rassegna di teatro scuola “Salt’in Banco”, abbiamo invece iniziato a lavorare, anche dopo un confronto con alcuni insegnanti, su come trovare occasioni di relazione con la didattica a distanza che gli istituti scolastici stanno affrontando. Innanzitutto vogliamo ribadire che Teatro Gioco Vita è sempre a disposizione dei docenti con i suoi artisti per percorsi, interventi, lezioni, animazioni e letture “in remoto” con le classi. Inoltre abbiamo pensato di adattare alla dimensione “a distanza” progetti di introduzione ai linguaggi della scena di “InFormazione Teatrale” proposti nell’ambito di “Salt’in Banco”. Sono nate così una serie di proposte articolate per fasce d’età e ordine di scuola curate dal nostro regista e attore Nicola Cavallari e dalla responsabile laboratori della compagnia d’ombre Nicoletta Garioni, che saranno adattate nei contenuti e nei tempi insieme agli insegnanti interessati, anche alla luce delle esigenze della classe».
Abbiamo il progetto di introduzione ai linguaggi della scena “Conoscere il teatro… online”, curato da Nicola Cavallari e articolato in diversi livelli: “Il gioco del teatro” e “Scoprire il teatro” per le scuole primarie e secondarie di 1° grado e “L’arte del teatro” per le scuole superiori. Per le classi che durante questa stagione teatrale o nel corso delle precedenti hanno già partecipato al progetto, può essere proposto un percorso aggiuntivo.
Nicoletta Garioni curerà “Pillole d’ombra”, proponendo a insegnanti e alunni delle scuole dell’infanzia e primarie una serie di attività ludiche, motorie, manipolative, narrative e teatrali attorno all’ombra e al teatro d’ombre.
Gli studenti delle superiori potranno partecipare con Nicola Cavallari a “Teatrando… online” che parte dalla visione di uno spettacolo, utilizzando principalmente quanto disponibile su raiplay, youtube o altri siti specializzati, per approfondire un autore o un genere teatrale. Tre le sezioni proposte: “Gli autori classici” (Shakespeare, Goldoni, Pirandello), “Il teatro di narrazione” (Marco Paolini e Marco Baliani) e “Il teatro civile” (Marco Paolini, Ascanio Celestini e Giuliana Musso).
Sempre Cavallari curerà “Fiabe al video-telefono” per i più piccoli delle scuole dell’infanzia e primarie: a partire dalla lettura alla classe di una fiaba, si costruisce un lavoro di confronto e di restituzione dell’esperienza dell’ascolto.
Infine ai ragazzi delle scuole secondarie di 1° grado e delle superiori potrà essere proposto un “Laboratorio di lettura espressiva” condotto da Nicola Cavallari. Un progetto che intende migliorare nei ragazzi la capacità di comunicazione e di comprensione durante la lettura ad alta voce.
«Oltre a questi percorsi – conclude Simona Rossi – siamo sempre disponibili a concordare con gli insegnanti ulteriori interventi con le classi, a partire dalla visione di momenti di spettacoli teatrali, dalla lettura di brevi testi, di brani di opere anche legate al programma didattico. Anche con l’obiettivo di fare emergere desideri, bisogni, emozioni nei bambini e nei ragazzi, convinti che in momenti come questi creare occasioni di relazione, pur a distanza, sia un bisogno fondamentale».

BROCHURE “SALT’IN BANCO 2020_per la didattica a distanza”

Ufficio stampa TEATRO GIOCO VITA
Simona Rossi (responsabile), Emma-Chiara Perotti
tel. 0523.315578, 338.3531271 – ufficiostampa@teatrogiocovita.it

GLI SPETTACOLI ANNULLATI

SPETTACOLI ANNULLATI TEATRO GIOCO VITA
a seguito del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020
PER EMERGENZA CORONAVIRUS

A seguito del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 con misure riguardanti il contrasto e il contenimento sull’intero territorio nazionale del diffondersi del Coronavirus, sono sospesi gli spettacoli e tutte le attività aperte al pubblico nei teatri fino al 3 aprile 2020.

Gli spettacoli interessati, per quanto riguarda la programmazione di Teatro Gioco Vita a Piacenza, sono i seguenti:

Silvio Orlando
SI NOTA ALL’IMBRUNIRE
(Solitudine da paese spopolato)
Teatro Municipale | martedì 10 e mercoledì 11 marzo 2020 | ore 21
Stagione di Prosa “Tre per Te” / Prosa

CELESTE appunti per natura
Solo di Raffaella Giordano
Teatro Filodrammatici | venerdì 13 marzo 2020 | ore 21
Stagione di Prosa “Tre per Te” / Teatro Danza

Balletto di Roma / Teatro Gioco Vita
IL PICCOLO RE DEI FIORI
Fiaba per musica, ombre e danza da “Il piccolo Re dei Fiori” di Květa Pacovská
Nuova produzione 2020 – debutto nazionale
Teatro Filodrammatici | mercoledì 18, giovedì 19 e venerdì 20 marzo 2020 | ore 10
Rassegna di teatro scuola “Salt’in Banco”
Teatro Filodrammatici | venerdì 20 marzo 2020 | ore 20.30
Rassegna di teatro famiglie “A teatro con mamma e papà”

Giallo Mare Minimal Teatro / I Sacchi di Sabbia
BUONO COME IL LUPO
Teatro Filodrammatici | lunedì 23 e martedì 24 marzo 2020 | ore 10
Rassegna di teatro scuola “Salt’in Banco”

Emilia Romagna Teatro Fondazione / Compagnia Pippo Delbono
LA GIOIA
Teatro Municipale | martedì 24 marzo 2020 | ore 21
Stagione di Prosa “Tre per Te” / Altri Percorsi

Massimo Popolizio / Teatro di Roma – Teatro Nazionale
UN NEMICO DEL POPOLO
Teatro Municipale | martedì 31 marzo e mercoledì 1 aprile 2020 | ore 21
Stagione di Prosa “Tre per Te” / Prosa

Michael Bernardoni / MEiD
UN RAP CONTRO IL BULLISMO
Conferenza/spettacolo
Teatro Filodrammatici | giovedì 26 marzo 2020 | ore 10
Rassegna di teatro scuola “Salt’in Banco”

Tap Ensemble / Teatro Gioco Vita
DON GIOVANNI IN CARNE E LEGNO
Da Molière
Teatro Filodrammatici | venerdì 27 marzo 2020 | ore 10
Rassegna di teatro scuola “Salt’in Banco”

Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa / Teatro Gioco Vita / Compagnia del Sole
CANTO LA STORIA DELL’ASTUTO ULISSE
Teatro Filodrammatici | mercoledì 1 aprile 2020 | ore 9 e ore 10.45
Rassegna di teatro scuola “Salt’in Banco”

Compagnia Lombardi-Tiezzi / I Sacchi di Sabbia
ANDROMACA
Da Euripide
Teatro Filodrammatici | giovedì 2 e venerdì 3 aprile 2020 | ore 9 e ore 10.45
Rassegna di teatro scuola “Salt’in Banco”

(Fatti salvi ulteriori aggiornamenti da parte delle autorità competenti)

Per gli spettacoli di Prosa al Teatro Municipale si valuterà nei prossimi giorni la possibilità di eventuali recuperi, previa verifica della disponibilità del teatro e delle compagnie. Qualora non fosse possibile il recupero, saranno comunicati i tempi e le modalità per ottenere il rimborso delle quote di abbonamento e dei biglietti acquistati.
Per gli spettacoli al Teatro Filodrammatici si è deciso per l’annullamento e il rinvio alla prossima stagione teatrale.
Ricordiamo che in precedenza era già stato deciso l’annullamento, per il periodo dal 27 febbraio al 6 marzo, delle rappresentazioni di Tib Teatro “LA STORIA DI PIERINO E IL LUPO”; Michael Bernardoni / MEiD “UN RAP CONTRO IL BULLISMO”; NOMA Physical Theatre “MEDEA. A work in progress”; Compagnia Teatrale L’Asina sull’Isola “GIOACHINO, LA GAZZA E IL BAMBINO”.
Dall’inizio dell’allerta sanitaria per il problema del Coronavirus, a far data dal 22 febbraio fino al 3 aprile, sono stati quindi annullati otto spettacoli delle rassegne di Teatro Danza, teatro per le famiglie “A teatro con mamma e papà” e teatro scuola “Salt’in Banco”, per un totale di 27 recite.
Rappresentazioni per cui erano attesi al Teatro Filodrammatici e Teatro Gioia quasi 5.000 spettatori tra bambini, ragazzi e insegnanti dalle scuole dell’infanzia fino alle superiori, famiglie e tutto il pubblico.
A questi dati dobbiamo ovviamente aggiungere i tre titoli al Teatro Municipale, per un totale di cinque giornate, per i quali saranno fornite ulteriori informazioni sulle eventuali possibilità di recupero/o le modalità di rimborso per il pubblico.
Rappresentazioni per cui era atteso ancora una volta il tutto esaurito, con il coinvolgimento di oltre 4.000 spettatori.

Ufficio stampa TEATRO GIOCO VITA
Simona Rossi (responsabile), Emma-Chiara Perotti
tel. 0523.315578, 338.3531271 – ufficiostampa@teatrogiocovita.it