Teatro gioco vita
 
>

"La coscienza del cammino percorso fino ad oggi, tra animazioni, figure, ombre e sagome, è condizione ideale per definire nuovi spazi di progettualità e ridisegnare la prospettiva di un itinerario artistico.
Il nostro punto di vista sulle cose è appesantito da una storia di anni densi di trasformazioni personali e culturali che, in vari momenti, ci hanno portato ad interrogarci per non farci sorprendere dai cambiamenti.
Ma il nostro punto di vista oggi, ancora, ha quella leggerezza necessaria a rompere il ciclo della ripetizione e il mito della sicurezza per sperimentare cose nuove, contaminando lavoro e gioco, serietà e impertinenza, realtà e sogno. Nel desiderio di una bellezza della vita che non è mai esaurita e che l'arte ha il potere di rigenerare ogni volta…
Il nostro fare teatro vuole essere passione, rigore, fantasia, una regola di vita importante soprattutto nei momenti di stanchezza, quando intorno aleggia un'idea asfittica di civiltà e urge reinventare il destino del teatro, anche del nostro, come luogo artistico e di incontro.
Per questo vogliamo mettere almeno tre accenti: sulla libertà, sulla creatività, sulla fantasia."

Diego Maj

MAILING LIST
Inserisci la tua email per ricevere le news direttamente nella tua casella di posta.

Vuoi cancellarti? Clicca qui.

Fondazione Teatri di Piacenza
Biglietti spettacoli

I primi 35 anni di Teatro Gioco Vita sono diventati un libro!
Disponibile nelle librerie e presso Teatro Gioco Vita
NORME SULLA TRASPARENZA
(art. 9, comma 2 e 3 del decreto legge 8 agosto 2013, n.91, convertito con legge 7 ottobre 2013 n. 112)

ATTO DI NOMINA


DIEGO MAJ

Direttore, Legale rappresentante e Presidente

JACOPO MAJ

Vice direttore

MADDALENA MAJ

Consigliere

ROBERTO DE LELLIS
laboratori internazionali

19/04/2017

Teatro Ragazzi 2016/2017
“SALT’IN BANCO” - XXXVII Rassegna di Teatro Scuola


Teatro Comunale Filodrammatici di Piacenza
Giovedì 20 e venerdì 21 aprile 2017 - ore 10
Teatro delle Briciole
ERA IERI

di Beatrice Baruffini e Agnese Scotti
regia Beatrice Baruffini
con Simone Evangelisti, Beatrice Baruffini

Era ieri… quando c’erano i dinosauri. Il Teatro delle Briciole ritorna a Piacenza per raccontare ai più piccoli in modo divertente e originale l’ascesa e la caduta dei dinosauri.
Appuntamento per le scuole dell’infanzia e primarie con lo spettacolo “Era ieri” di Beatrice Baruffini e Agnese Scotti, al Teatro Comunale Filodrammatici giovedì 20 e venerdì 21 aprile alle ore 10 nel programma di “Salt’in Banco”, XXXVII Rassegna di Teatro Scuola organizzata da Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri e Comune di Piacenza, con la collaborazione dell’Associazione Amici del Teatro Gioco Vita e il sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, cartellone curato da Simona Rossi.
In scena con Beatrice Baruffini, che firma anche la regia, Simone Evangelisti. Con pochi oggetti simbolici prende vita uno spettacolo che fonde le domande della scienza all’immaginifico del teatro, portando i bambini a varcare continuamente la soglia tra vero e falso, storia e fantasia, fino al gran finale in cui il passato primordiale diventa uno spettacolo unico e straordinario. Rivolto ai bambini dai 3 ai 7 anni, lo spettacolo “Era ieri” è il primo capitolo della “Trilogia disumana”, un progetto di Beatrice Baruffini e Agnese Scotti, che comprende tre creazioni, la prima sul passato, la seconda sul presente, la terza sul futuro: tre storie che hanno come protagonisti rispettivamente i dinosauri, i robot e gli alieni.
Enormi, giganti, pesantissimi. Da sempre i dinosauri rappresentano per l’uomo una fonte inesauribile di fascinazione. Un osso viene ritrovato e si scopre che appartiene a un apatosauro vissuto milioni di anni fa. L’animale prende vita riportandoci indietro nel tempo, quando sulla terra c’erano pochi colori, il clima cambiava improvvisamente e dominavano i dinosauri. 160 milioni di anni fa è un tempo lontanissimo da qui. Questa grande distanza ha permesso di guardare al passato attraverso innumerevoli teorie scientifiche, dando la possibilità di preferirne alcune e scartarne altre. Nessuno sa dire con certezza di che colore fosse la pelle dei dinosauri, che versi facessero, perché si siano estinti. Un viaggio all’indietro nel tempo attraverso una paleontologia teatrale che fonde con le armi del teatro scienza e immaginazione.
In scena un tavolo apparentemente normale e due paleontologi-attori che danno vita al racconto, attraverso l’uso di pochi oggetti. Oggetti simbolici ridotti volutamente al minimo per aumentare il carico significante: i dinosauri sono un solo tipo di dinosauro, la vegetazione è una sola pianta.
«Così come fanno i paleontologi - spiegano Beatrice Baruffini e Agnese Scotti - che interpretano i segni del passato da un punto di vista scientifico, anche noi abbiamo voluto dare una nostra interpretazione. Abbiamo scelto le teorie che più ci affascinavano, quelle ancora sospese, quelle già scartate, perché anche i dubbi, le domande, le insicurezze della scienza si prestano all’arte in modo significativo. Questo spettacolo è nato fondendo scienza e teatro e in questa fusione abbiamo immaginato nuove teorie, nuove possibilità, nuove risposte. Nessuno ha mai saputo dire con certezza di che colore fosse la pelle dei dinosauri, così il nostro protagonista è bianco. Nessuno sa realmente perché si siano estinti. Ma l’arrivo del meteorite è la fine eccezionale che i dinosauri meritano. Il gran finale, una morte stupenda, unica, mitica della quale non abbiamo potuto fare a meno. Questo spettacolo finisce così, inevitabilmente, per parlare della fine, fin dall’inizio».
“Era ieri” è la terza produzione del Teatro delle Briciole in cartellone a Piacenza in questa stagione, dopo “Sherlock Holmes” progetto affidato a CollettivO CineticO e “Rosso Cappuccetto” progetto di Emanuela Dall’Aglio.

LOCANDINA

Teatro Comunale Filodrammatici
Giovedì 20 aprile 2017 – ore 10
Venerdì 21 aprile 2017 – ore 10

SALT’IN BANCO Rassegna di teatro scuola

Teatro delle Briciole
ERA IERI

di Beatrice Baruffini e Agnese Scotti
regia Beatrice Baruffini
con Simone Evangelisti, Beatrice Baruffini
ideazione scene e oggetti Andrea Bovaia
assistente alla regia Virginia Canali
ideazione luci Emiliano Curà
musiche Mario Asti, Valerio Carboni
voce Claudio Guain
tecnico Dario Andreoli

pubblico: dai 3 ai 7 anni
teatro d’attore e oggetti

PREZZI E INFORMAZIONI

SALT’IN BANCO
Posto unico non numerato euro 4 scuola dell’infanzia, euro 4,50 scuola primaria.
Per tutte le attività di “Salt’in banco” la prenotazione è obbligatoria e deve pervenire all’Ufficio Scuola di Teatro Gioco Vita, telefono 0523.315578 – fax 0523.338428; scuola@teatrogiocovita.it, orari di apertura dal lunedì al giovedì ore 9.30-13e ore 14.15, venerdì ore 9.30-13.

 


Teatro Magazine 24
Festival L'altra scena
Salt'in banco
manifesto
Produzioni
2017/2018
A teatro con mamma e papà
Laboratori Internazionali

Teatro Gioco Vita S.R.L. © 2006 | P.IVA 00883640336

concept: Blacklemon (Credits)
hosting by gedinfo